Feed RSS

Archivi categoria: Il mio libro aperto

20 aprile

Inserito il

Come disse qualcuno (diversi) anni fa….

… qui oggi succede un

48

Annunci

L’importanza dei piccoli gesti

Inserito il

Domenica scorsa, mentre entravo nella scuola adibita a seggio per le elezioni, avevo davanti una donna: giaccone medio lungo, sotto il quale spuntavano due gambe avvolte in qualcosa che poteva essere il pantalone di una tuta o di un pigiama.

Nella mia mente è apparso un improvviso flash: mio padre non ha mai amato le cravatte, ma ne indossava una quando andava a votare, come se a quel momento volesse riconoscere la giusta dignità, come se quel gesto meritasse un piccolo sacrificio, come se quell’azione andasse in quel modo “onorata”.
Mi sono guardata intorno: non c’era nemmeno una cravatta…

.

Inizio e ri-inizio

Inserito il

Sì, lo so: è tipico di questo periodo dell’anno fare buoni propositi e mantenerli per quei due o tre giorni….

In questo momento sento una carica diversa, un’energia particolare, che voglio sfruttare pe riordinare la mia vita dentro e fuori.

Per questo ho cominciato una dieta semplice da seguire, ma -sembra- efficace.

Per questo ho ripreso in mano il libro del metodo Konmari e tenterò di riordinare il mio armadio, la mia casa e -chissà- la mia vita.

Vi farò sapere…

 

L’ho detto!

Inserito il

Lo penso ogni giorno, sorrido e taccio.

A volte è difficile avere quasi cinquant’anni e sentirsi una ragazzina dentro….

Oggi lo dico.

Non me lo ricordo più com’era la mia vita prima di te.

Ecco, l’ho detto!

Sinteticamente

Inserito il

A volte è davvero necessario cambiare direzione per poter proseguire.

Vorrei scrivere di più, vorrei spiegare meglio il mio pensiero, ma la (maledetta) frequentazione di Facebook e dei social in generale mi ha reso desueta la pratica della scrittura, della scrittura lunga, almeno.

Cercherò di tornare alla cara abitudine di scrivere, di scrivere per me soprattutto, con la speranza che buttare fuori pensieri ed opinioni riesca ancora ad avere il ruolo catartico che aveva in passato.

Per ora lascio qui il mio desiderio sempre più urgente di proseguire, di andare oltre una situazione ed una condizione stagnanti, di superare gli ostacoli che oggettivamente ho davanti e, forse di più, quelli che soggettivamente ho costruito con le mie incertezze e con i miei timori.

A risentirci!

 

 

 

3 maggio

Inserito il

Oggi sono cinque anni, papà.

E’ da tanto che non vengo a trovarti. Non lo farò nemmeno oggi.

Non c’è niente da celebrare nel giorno in cui te ne sei andato via.

Romantica me

Inserito il

Una voce improvvisa, che proviene dall’altra parte del mondo…

“mi sono reso conto che oggi non ti avevo ancora sentita e allora…”

E tutto ricomincia a girare come deve.