Feed RSS

Dubbio

Inserito il

Ma i genitori non sono quelli che dimostrano amore incondizionato ai figli?

E non sono quelli che li sostengono, qualunque scelta facciano, senza giudicare, specie se si tratta di scelte importanti e che riguardano la loro vita?

Mi sa che succede solo nei films…. 😦

Annunci

Informazioni su silykot

Nel mezzo del cammin della mia vita.... mi sono accorta che la tazzina può essere mezza piena! ;-)

»

  1. è proprio quell’amore che li spinge a proteggerli a volte i figli si lasciano coinvolgere troppo dal sesiderio di vivere in fretta e tralasciano quelle sfumature che un genitore osserva con l’esperienza . Provare a comunicare da parte di entrambi può essere di aiuto ma poi secondo me sono i figli che decidono la loro vita ai genitori non rimane che augurargli tanta fortuna e sostenerli , se possono, in caso la fortuna non li assista.Ciao

    Rispondi
  2. I genitori, a volte guardano solo il lato pratico delle cose…
    Altri non guardano affatto.
    L’importante è che, i figli, proseguano con convinzione per la loro strada…il sostegno non mancherà…

    Rispondi
  3. non sempre . benvenuta nel regno del …mamma non faccio cio’che vuoi ma ti prego amami lo stesso…..:-)

    Rispondi
  4. i genitori, prima di tutto, sono esseri umani … e, come tali, possono sbagliare … pur amando incondizionatamente!
    a volte ci mettono un po’ per abituarsi ai cambiamenti ed alle scelte dei figli … magari non le condividono, ma alla fine, in genere, l’amore prevale e, se vedono che i propri figli stanno bene, si adeguano …

    Rispondi
  5. Questo blog sta cominciando a fare un po’ troppe domande (difficili)…

    Rispondi
  6. i genitori si spaventano di fronte alle incognite, di fronte a quei cambiamenti che stravolgeranno le vite dei loro figli ma anche le loro vite. tu almeno puoi discuterne, ma considera come erano le donne una volta e pensa alle possibilità che abbiamo adesso di scegliere una qualche via d’uscita alle situazioni negative. ti racconto una cosa di mia mamma. era appena di 19 anni quando, incinta, dopo una litigata avuta con mio padre a causa della famiglia di lui, decise di scappare per tornare a casa della sua mamma, in calabria. in bicicletta! arrivata in periferia, tornò indietro con la consapevolezza che in bicicletta non ce l’avrebbe mai fatta – vorrei vedere! – e perdipiù si sarebbe ritrovata rispedita indietro senza tanti complimenti. mia nonna era quella che quando ti lamentavi anche per un mal di capo, lei sosteneva che i suoi erano mali unici al mondo. di mio nonno ” amava ” dire che le aveva fatto fare una vita di inferno, ma nonstante ciò era lei la carabiniera in famiglia!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: